Venerdì 10 agosto 2018

L’alba non esiste ma ci sorprende comunque con ricchi silenzi e tanto TUTTO in mezzo al nulla.

Partiamo per continuare il percorso e andiamo a Dyrhólaey, facendo una breve tappa a Rútshellir.

A Dyrhólaey incontreremo le nostre prime pulcinella di mare!

Riprendiamo la strada ed è un’altra delle tante meraviglie: Reynisfjara.

Spiaggia nera, rocce basaltiche, puffin, gabbiani. Gli Stupidinis sono sempre più Stupitinis.

Dirigendoci verso Svartifoss, incontriamo un panorama quasi lunare: la Green Lava Walk.

Procedendo:

il canto di Foss á Siðu

un torrentello buttato lì così

i primi ghiacci del Vatnajökull

Svartifoss e il suo canto

ancora ghiacci

ulteriormente ghiacci (che navigano pacifici in tonalità di azzurro che non conoscevamo): qui siamo sulle rive del Jökulsárlón.

Andiamo a dormire a Höfn: siamo ospiti di una guesthouse che non lascia presagire nulla di buono dall’esterno e mentre dentro è accogliente e spaziosa.

Da Hvosvöllur a Höfn: si chiude il secondo giorno di esplorazione e meraviglia.

_2018 08 10 didascalia

 

>>> Sabato 11 agosto 2018

 

 

 

 

Annunci